Regolamento

Scadenza 30 settembre 2015

Italy in a Frame

Comunità Italia.

Architettura / Città / Paesaggio

Come è cambiato il paesaggio italiano negli ultimi anni?
Come viene percepito da coloro che lo abitano, lo attraversano, lo modificano?
In che misura l’intervento umano ha ridisegnato il paesaggio naturale?
Ci sono esempi  di architettura contemporanea capaci di interagire positivamente con il tessuto pregresso?

In occasione della mostra Comunità Italia. Architettura / Città / Paesaggio
a cura di Alberto Ferlenga e Marco Biraghi, prevista per il prossimo dicembre 2015, Triennale di Milano e IULM-International University of Languages and Media promuovono Italy in a frame, un censimento popolare del paesaggio antropizzato italiano.
Tutti coloro che intendono partecipare devono inviare un video della durata max di 1 minuto che testimoni/documenti/interpreti uno specifico frammento di paesaggio antropizzato italiano.
Nel paesaggio prescelto e filmato dovrà essere ben visibile l’intervento umano: un’architettura, una recinzione, una rovina, una strada, un monumento, un traliccio.
Il video potrà essere narrativo o descrittivo, potrà avvalersi di una voce fuoricampo e / o di dialoghi, o essere costituito solo da immagini e suoni.
In ogni caso è indispensabile che contenga (o sia accompagnato da) una didascalia con l’indicazione precisa del luogo e del giorno/ora in cui il video stesso è stato girato (comune, provincia, località, se esiste il nome della via).

Ogni partecipante potrà inviare al massimo tre video. Tutti i materiali dovranno essere caricati sul sito italyinaframe.org entro e non oltre il 30 settembre 2015. Con il caricamento dei materiali e l’iscrizione al concorso, ogni partecipante cede a Triennale di Milano il diritto di utilizzare i filmati, di cui garantisce l’originalità, per la Mostra Comunità Italia. Architettura / Città / Paesaggio e per le attività promozionali e convegnistiche ad essa connesse. Il partecipante si assume la responsabilità circa la veridicità delle informazioni comunicate.

L’autore del video è Responsabile del caricamento del file e inviando il video alla Triennale dichiara di non violare i diritti di terzi. In caso di invio di materiale che ritrae terzi l’autore della fotografia dovrà avere ottenuto preventivamente la liberatoria / autorizzazione dell’interessato.

Una commissione composta da Alberto Ferlenga e Marco Biraghi, curatori della Mostra, Gianni Canova (responsabile e coordinatore del progetto Italy in a frame), Giovanni Puglisi, Vincenzo Trione, Giovanni Chiaramonte.  selezionerà i materiali migliori che verranno esposti – sempre con l’indicazione del nome dell’autore – in una specifica installazione all’interno della Mostra, e presentati in due serate apposite al Teatro dell’Arte della Triennale di Milano e all’Auditorium dell’Università IULM.

La commissione assegnerà un premio di 1.000,00 Euro al video migliore tra quelli selezionati e un premio di 500,00 Euro al secondo.

Tutti gli autori selezionati riceveranno due biglietti omaggio per visitare la Mostra e un DVD con il montaggio dei lavori che la Commissione avrà ritenuto più significativi.

Giuria

Alberto Ferlenga e Marco Biraghi, curatori della Mostra
Gianni Canova, responsabile e coordinatore del progetto Italy in a frame
Giovanni Puglisi
Vincenzo Trione
Giovanni Chiaramonte

Finalisti

Sono stati selezionati 27 filmati che saranno proiettati per tutta la durata della mostra in una sezione dedicata. Il prossimo 27 gennaio verranno proclamati i vincitori del premio della giuria e del premio del pubblico. Durante il periodo di apertura della mostra i visitatori avranno la possibilità di esprimere la loro preferenza.
 
I 27 selezionati che concorrono al premio finale:
 
Martina Monzillo - Terra di Approdo
Emmanuele Delrio - Ruderi di Gibellina
Pablo Munoz Montaner - Stormo di Uccelli sui tetti di Milano
Gianni Bolongaro - Nascondere per dare bellezza
Claudia Petraroli - Italy in a Frame
Luigi Di Bella - Pantelleria
Alessandro Chianese - Il tempo dello spazio
Andrea Signoretto - Maso Aspen
Fabio Patrassi - Matera
Elena Dalia - L'architettura di un messaggio
Luca Lupi - Landscapes
Simone Barbagallo - Tangenziali
Giulia Giannola - Brief immersion into History
Giovanni Torraco - Epoche
Rocco Mortelliti - Autostrada A3
Lorenzo Fodarella - Senza nome
Antonio D'Agostino - Lamezia
Stefano Di Corato - Cambiamenti
Davide Andrea Arcoraci - Senza nome
Ottavio Amaro - Paesaggi in divenire
Pasquale Amendola - Promenade Post-Industriel
Stefano Santamato - Comunità Italia
Pietro Baroni - Piazza Loreto
Pasquale Amendola - Strati e striature
Felice Amoruso - Venti
Matteo Pasin - Porto Marghera
Giulio Luperi - Muro di Contrasto